Le orchidee appartengono alla famiglia delle Orchidaceae, delle piante erbacee monocotiledoni, che assorbono dall’acqua presente nell’ambiente i nutrienti utili per la loro vegetazione.

Originarie delle zone tropicali o sub-tropicali di Asia, America centrale e Sudamerica, le orchidee sono piante che riescono ad adattarsi a vari habitat naturali, esclusi quelli troppo freddi.

Esistono più di 775 generi di orchidee, quelle più diffuse a scopo ornamentale sono: Brassia, Cambria, Cattleya, Cymbidium, Dendrobium, Dracula, Laelia, Lycaste, Miltonia, Miltoniopsis, Odontoglossum, Oncidium, Paphiopedilum, Phalaenopsis, Phragmipedium, Pleione e Vanda.

I fiori delle orchidee si presentano con una struttura a farfalla, con un perianzio di tre sepali superiori e tre petali inferiori. Uno di questi ultimi, chiamato labello, può avere forme e dimensioni diverse in base al genere e si differenzia dagli altri ed è in grado di attirare gli insetti impollinatori.

Le radici aeree nelle orchidee tropicali sono carnose e sottili, rivestite da un velo detto velamen, che permette loro di assorbire l’umidità; mentre le orchidee mediterranee ed europee invece sono formate da bulbi o rizotuberi che possono essere rotondi, ovali, formati da tante digitazioni o filamentosi.

Il significato delle orchidee nel linguaggio dei fiori è il ringraziamento per essere amati. Per questo motivo si deve regalare questo fiore alla persona che ricambia il nostro amore in maniera certa e assoluta.

Regalare delle orchidee ad una donna significa offrirle tutta la propria ammirazione, rispetto e dedizione.