Coloro che vogliono rinnovare il proprio giardino o il proprio angolo verde in casa, da gennaio 2018 potranno usufruire del Bonus Verde, manovra che permette ai proprietari di unità indipendenti o ai condomini di detrarre dalle tasse fino al 36% delle spese sostenute per la realizzazione di aree verdi.

Il Bonus Verde in numeri

Il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione di cui si può usufruire grazie al Bonus Verde è di 5mila euro per immobile e il Bonus Verde sarà applicato a tutti quei soggetti che saranno in grado di documentare spese effettivamente sostenute per le installazioni di verde pensile, rifacimento di prati, impianti di irrigazione o interventi di grossa potatura. Oltre alle spese per la manutenzione del verde, sarà possibile recuperare anche quelle impiegate per la progettazione del verde, in modo da invogliare i proprietari di giardini o di terrazzi a circondarsi maggiormente di verde.

I vantaggi del Bonus Verde

L’impatto del Bonus Verde ha senza dubbio conseguenze positive sull’ambiente come la riduzione dell’inquinamento, l’aumento della biodiversità e la diminuzione dell’isola di calore urbana. Per gli inquilini, Bonus Verde significa anche risparmio sulle spese di riscaldamento e aria condizionata, poiché le coperture verdi contribuiscono a diminuire la temperatura dell’aria ma anche la velocità del vento. Senza contare l’aumento del valore dell’immobile e il miglioramento del proprio benessere fisico e mentale.