Di mattina o di sera, col sole o con l’ombra? Non tutti sanno quando è il momento giusto per innaffiare il proprio giardino e soprattutto come innaffiarlo nel modo più corretto.

Innanzitutto il giardino va innaffiato di mattina presto o di sera, quando le temperature sono più basse e l’evaporazione è minore ed è anche importante adattare l’irrigazione alle varie piante, siepi o prati e al loro bisogno di acqua.

Innaffiare il giardino è importante per garantirne la buona salute e oltre al momento giusto per innaffiarlo è importante sapere anche con quanta frequenza innaffiarlo che, ovviamente, dipende anche dalla temperatura dell’aria esterna che si rileva.

Quindi in piena estate, ad agosto, il giardino potrà essere innaffiato anche più di una volta al giorno, mentre in primavera o in autunno basterà farlo una volta sola.

Se troppo abbondante o insufficiente, un’irrigazione fatta male favorisce la comparsa di malattie, la proliferazione di parassiti o semplicemente il deperimento delle piante del giardino stesso.

È importante ricordare che le piante piantate da poco vanno innaffiate tutti i giorni per almeno 10 giorni e può anche essere utile fare dei buchi superficialmente con un sarchiello o con la punta di una zappetta, in modo da favorire la penetrazione dell’acqua ed evitare dilavamenti.

Tra le piante che non necessitano irrigazione ci sono sicuramente le graminacee in generale, alcune piante da siepi e le perenni. Un’irrigazione troppo frequente su questo tipo di vegetazione va evitata, perché potrebbe farle deperire. Mentre, le piante annuali hanno bisogno di essere innaffiate regolarmente, anche tutti i giorni nei periodi estivi, soprattutto per le piante disposte in fioriere e vasi.

Flora Vivai e Garden ti potrà poi dare i consigli più corretti su tutti gli attrezzi adatti ad una buona e corretta irrigazione del giardino.